Blog

Che sta accadendo? Civiltà attaccata nella mente


Dal tragico 11 settembre 2001, data che ha contrassegnato con un marchio riprovevole l’alba del nuovo millennio, il mondo e il nostro modo di vivere è cambiato. Nel corso degli anni, uno dopo l’altro, continuano a ripetersi atti terroristici, che ci fanno sentire inermi e vulnerabili. I mezzi di comunicazione…

Perdonare: smettere di sperare in un passato migliore


La vendetta è un piatto che si gusta freddo. Chi la fa l’aspetti. Occhio per occhio, dente per dente. Quando subiamo un torto percepiamo la necessità o il diritto a un risarcimento. Come se l’unico modo per ristabilire l’equilibrio e ritrovare la pace sia vendicarsi. L’alternativa vista e sottolineata da…

Falsi miti sulla psicoterapia


    Capita di sentire la frase “io non credo nella psicologia”, come se la psicologia fosse questione di fede. Spesso non ci si rivolge a uno psicologo per timore di risultare deboli agli occhi degli altri. (altro…)

Senso di colpa: l’inquieta autopersecuzione


La colpa è una delle cose più pesanti che portiamo e spesso non sappiamo nemmeno di avere questo peso sulle spalle. Diamo la colpa a noi stessi anche quando non c’entriamo nulla. E quando ce ne liberiamo il sollievo è immediato. Emozione poliedrica, la colpa è  qualcosa con cui tutti…

La vergogna, guardiana della buona immagine


La vergogna è l’emozione guardiana di uno scopo importante che è quello della buona immagine e della conseguente stima degli altri. La valutazione è vitale per l’ essere umano. Uno dei bisogni fondamentali per tutti noi è valere qualcosa per qualcuno. (altro…)

Invidia sana e invidia patologica


L'invidia è la ladra della gioia. Theodore Roosevelt L'invidia viene considerata il peggiore dei peccati capitali. Ci si può vantare per gli altri sei, ad esempio per la propria gola magari con un po’ di ironia, o per la rabbia, mostrando la forza bruta. Di certo non si sarà mai…

Terapia Cognitiva: trattare i pensieri


La Terapia Cognitiva nasce negli anni Sessanta del secolo scorso, nel contesto statunitense. Qui Aaron T. Beck, all’epoca ricercatore in Psichiatria presso l’università della Pennsylvania, comincia a sviluppare un nuovo modello teorico ed un nuovo orientamento terapeutico. (altro…)
Privacy Policy

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi