CHI SONO

 

Sono Fabrizia Capurso, regolarmente iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione Puglia (n° 4294). Dopo il diploma di maturità classica ho studiato Psicologia allUniversità degli Studi di Bari “Aldo Moro” e nel 2011 ho conseguito la laurea magistrale con una tesi su “Strumenti tecnologici per promuovere risposte adattive in situazioni di post-coma grave”.

Durante gli studi universitari ho iniziato la mia pratica come tirocinante in un centro antiviolenza. Mi sono interessata successivamente ad un altro ambito, supportando i malati di  Alzheimer in un centro diurno. Ho svolto altri tirocini nel Centro Socio-Educativo “S. Antonio” di Bari e presso il Consultorio Familiare di Modugno (BA). Sono stata volontaria presso il Centro d’Ascolto “S. Antonio”. Qui mi sono occupata in equipe  di molte situazioni difficili di minori,  su disposizione del Tribunale per i Minorenni di Bari. Svolgo la mia attività professionale su Bari, Osimo (AN) e su Skype.

Sono Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale, specializzata alla SPC di Ancona, diretta dal Dott. Francesco Mancini. La mia formazione orientata dall’ACT, dalla Schema Therapy e dalla Mindfulness, attinge dalla Teoria dell’Attaccamento, dalla Terapia Sensomotoria e dalla Neurobiologia Interpersonale, in particolare dagli studi sul Trauma. Nel 2018 ho frequentato il training EMDR (Eye  Movement Desensitization and Reprocessing) di primo e secondo livello, ottenendo l’abilitazione all’esercizio di questa pratica psicoterapeutica.

 

Nella mia pratica professionale cerco di portare sempre interesse e competenze per occuparmi della sofferenza altrui. Cerco inoltre di mantenere umiltà e costanza per aggiornare la mia formazione ed offrire sempre il mio meglio. Il mio lavoro è guidato da attenzione, professionalità e discrezione, nel rispetto assoluto della persona che ho davanti. L’obiettivo è quello di costruire in squadra un’alternativa migliore, che permetta una vita piena, ricca e significativa.

Accanto alla psicologia, ho la passione della cucina, e trovo che i due ambiti abbiano dei punti in comune. Prima di tutto, la trama della nostra vita quotidiana è la psicologia. Poi trovo che i cibi, così come le persone, richiedano profondo rispetto e conoscenza, per poter giungere a degli ottimi risultati.  Per approfondire psicologia e cucina »